Vai ai contenuti | Spostati sulla navigazione

Gino Terreni: passione artistica e impegno civile. Testimonianze della sua attività a Cerreto Guidi e dintorni.

01/09/2017

In occasione della 13esima Giornata del Contemporaneo, organizzata dall'Associazione AMACI, il MuMeLoc ospita alle ore 21,30 la Conferenza del Professor Leonardo Giovanni Terreni. 

Figlio di Gino Terreni, Leonardo avrà la possibilità in questa serata di raccontare e ricordare le opere del padre, opere compiute per il paese di Cerreto Guidi, ma non solo.

Originario di Tartagliana, presso Martignana di Empoli. fin da giovanissimo ha espresso le proprie doti artistiche plasmando l’argilla del luogo e disegnando la vita quotidiana dei contadini della valle dell’Orme. A dodici anni si fa il primo autoritratto e comincia a studiare arte sotto la guida del prof. Nello Alessandrini, bravissimo artista incisore, che da subito intuisce le potenzialità del giovane Terreni. L'inizio della seconda guerra mondiale lo costringe ad interrompere gli studi e dopo l'armistizio diventa partigiano. Conosce Giorgio De Chirico, che era sfollato in località Coeli Aula di Montespertoli, andando più volte a trovarlo e rischiando la vita insieme a lui per il mitragliamento di un caccia bombardiere inglese. Passato il fronte da Empoli e Firenze, si arruola e combatte sulla Linea Gotica, entrando tra i primi a Bologna.

Alla fine della guerra riprende gli studi frequentando l'Istituto d'Arte di Porta Romana a Firenze, sotto la guida di Pietro Parigi e Francesco Chiappelli. Finiti gli studi, si dedica all'insegnamento della matematica, della storia dell'arte e dell'educazione artistica.

Negli ultimi anni era attivo negli studi di Empoli, Colle di Val d'Elsa (Casa Natale di Arnolfo di Cambio), Castelfiorentino presso la sua azienda agricola Il Selvatico e a San Martino alla Palma nel comune di Scandicci (FI), dove ha trascorso gli ultimi anni della sua vita. Ha anche collaborato con le istituzioni scolastiche illustrando agli studenti le varie tecniche di pittura e scultura. Muore all'ospedale San Giuseppe di Empoli il 28 novembre 2015.

Nel marzo del 2016, per volontà degli eredi, viene fondata l'Associazione Archivio Gino Terreni, per la tutela e la valorizzazione delle opere del Maestro.

Iniziative

MUmeLOC MUSEO DELLA MEMORIA LOCALE CERRETO GUIDI